Showing 64 Result(s)

Mastectomia e sessualità

Il tumore al seno  aggredendo quella parte del corpo che rappresenta e parla della propria femminilità e intimità in tutte le sue accezioni (materna, erotica, simbolica) altera la percezione che si ha di sé e impatta come uno tsunami sulla sessualità devastandola, riducendola ai minimi termini. Confrontarsi con il tumore e con gli interventi terapeutici  (chirurgia …

Atrofia vulvo-vaginale

Prurito, bruciore, irritazione, gonfiore, cistiti frequenti, scarsa lubrificazione, sanguinamento e dolore durante i rapporti sessuali sono tutti sintomi distintivi dell’atrofia vulvo-vaginale.  Una patologia dovuta al deficit di estrogeni quindi spesso associata all’avanzare dell’età, alla menopausa ma che può manifestarsi anche nel puerperio, durante l’allattamento al seno o essere l’effetto collaterale della terapia antitumorale o dei farmaci …

Come avviene l’eiaculazione

L’eiaculazione rappresenta l’azione neuromuscolare più complessa dell’intero atto sessuale a cui partecipa il sistema nervoso centrale e periferico nonché una intensa componente psico-emotiva. Il meccanismo dell’eiaculazione è composto principalmente da tre fasi. La prima fase è costituita da un progressivo incremento delle secrezioni della ghiandola prostatica e vescicole seminali (fase dipendente dal sistema nervoso parasimpatico). La seconda fase è …

10 regole per una buona sessualità negli adolescenti … e non solo!

False aspettative, incorretti atteggiamenti, inadeguate relazioni con il partner, errate consapevolezze sul proprio corpo, disinformazione, fattori di inesperienza legati all’età uniti a contraddizioni di ruolo, aspettative opposte per il comportamento dei giovani – da una parte il punto di vista parentale, con le sue richieste di dipendenza e di astinenza, dall’altra il punto di vista …

Eiaculazione ritardata

La persona pur mantenendo un’intatta capacità erettile e un desiderio sessuale integro, non è in grado di eiaculare nel coito o durante altre attività sessuali nonostante una stimolazione lunga e adeguata. Chi soffre di questo disturbo può impiegare oltre un’ora a raggiungere l’orgasmo (Montorsi et al., 2002). Sembra prevalentemente un disturbo di natura psichica, anche …

Ansia del concepimento e disfunzione erettile

L’attività sessuale umana, a differenza di quella animale, può prescindere dallo scopo più strettamente biologico e sociale della riproduzione, concentrandosi su scopi più ludici ed erotici. Questa capacità di godere dell’attività sessuale può essere minacciata e inibita allorché la coppia, spinta dalla necessità di passare dallo status coniugale a quello genitoriale, inizi ad adoperarsi per …

Eiaculazione precoce. Cosa fare?

L’eiaculazione precoce è un disturbo abbastanza diffuso: ne soffre un italiano su 3. Il problema principale è che, nonostante le cure a disposizione,  solo il 9% affronta il disturbo. La precocità eiaculatoria è un problema di natura psico-affettiva-comportamentale. Tale incapacità a controllare l’eiaculazione mina tutta la sfera personale e relazionale con ripercussioni sulla stessa partner …

I nuovi comportamenti sessuali

Gli incontri di gruppo, lo scambio di coniugi, certi comportamenti omosessuali messi in atto solo per il gusto di provare, indossare abbigliamenti inusuali, il travestitismo  e tutti quei nuovi comportamenti sessuali di cui si sente parlare come ad esempio la sindrome di Amsterdam, spesso rappresentano un modo di sperimentare una riscoperta possibilità di esprimersi sessualmente. …

Problemi non sessuali che possono causare disturbi sessuali

I disturbi sessuali possono avere svariate eziologie non sempre di natura sessuale. Vediamole insieme. Prima fra tutte annoveriamo la depressione. Essa può comportare un calo del desiderio sessuale e alcuni farmaci antidepressivi possono causare un calo del desiderio o la difficoltà o l’impossibilità nel raggiungere l’orgasmo. La presenza di un rapporto non sereno e di …

Il comportamento sessuale nell’adolescente.

Nell’uomo esistono due fondamentali e distintivi vissuti relativi al corpo: la percezione e l’immagine corporea. La percezione corporea è la percezione del nostro corpo vivente e finito (vale a dire con dei confini ben precisi) vissuto come integro e vitale. Questa percezione corporea, positiva o negativa che sia, accompagna l’uomo durante il corso della sua …