«

»

Ott 05

Le Zone Erogene.

La sessualità è quella dimensione degli affetti e del comportamento umano che lega indissolubilmente mente, cuore e corpo al piacere, intensificandolo.

In questa dimensione il corpo e i genitali diventano lo strumento attraverso cui si può amplificare l’eccitazione e quindi il piacere in un reciproco scambio di carezze e baci delle zone erogene.

Genitali a parte, che rappresentano le zone erogene primarie (scroto e testicoli, labbra vulvari, l’ingresso della vagina e il pube, l’ano e il clitoride, seno, glutei) esistono delle aree del corpo umano, ricche di recettori sensoriali che se adeguatamente stimolate possono amplificare il nostro piacere!
Sono le zone erogene secondarie. Secondarie nel senso che non sono strettamente correlate all’orgasmo come quelle primarie.

Le zone erogene secondarie, possono essere distinte in:

–       zone erogene extra-genitali, sono localizzate in diverse parti del corpo (viso, collo, nuca, braccia, cosce)

–       zone erogene para-genitali si trovano nei pressi del perineo, del ventre e dell’addome.

La sensibilità, l’estensione e il numero delle zone erogene è prettamente soggettiva per scoprirlo e tracciare così una mappa personale delle nostre e altrui zone erogene basta coinvolgere il partner in un reciproco massaggio e porre attenzione ai cambiamenti e alle sensazioni che l’essere toccati in una determinata parte ci suscita.

Ricordiamoci sempre che la zona erogena principale è il cervello!!!